02 feb 2015

Il Natale lanoso e progetti 2015


Ok... in pieno carnevale, con frappe, castagnole e frittole che vengono a disturbare il mio sonno, io di cosa parlo? Del Natale passato... vabbè,

Lampantemente sto perdendo al mia battaglia con le castagnole.


Assecondatemi.

Com'è andato il Natale?


A me alla grande. Per la prima volta ho ricevuto un a montagna di lana in regalo.

Eccola qui, in tutto il suo invernale splendore. Già casa mia non è luminosissima poi le impalcature tutto intorno e i giorni oggettivamente uggiosi non hanno aiutato a far sì che venisse fuori una foto decorosa.

Cmq grazie alla sana e mai dimenticata tradizione di compilare la lista dei desideri in famiglia compiliamo tutti una lista dei desiderata. Visto che siamo nell'era tecnologica, tale lista è corredata di link... comoda che più comoda non si può.


La mia lista ovviamente era tutta lanosa e visto che avevo messo indicazioni a prova di utente scimmia quest'anno ecco che sono arrivata tante piccole meraviglie.






Marito, che una manica della lana ci vive e ha una certa dimestichezza con gli acquisti online -_-'' e con il mezzo informatico in generale, ha contattato Valentina Consalvi, Snailyarn, e un pò seguendo i miei consigli, un pò consigliato da lei che mi conosce, ha preso due filati meravigliosi. Un DK nei toni del blu e del verde con cui mi ci uscirà giusto giusto un Kynance Cove. La riga in contrasto è stata una scusa becera per vedere Valentina e smanazzare altra lana. Alla fine sono uscita con una matassa di un caldo arancione ... e altre due (ma di quelle parlerò un'altra volta)



Poichè non ho ben capito cosa era successo, cmq il filato blu non ne aveva tre, è stata tanto gentile da ritingerlo apposta. che dire... il prossimo progetto appena finisco Mailin, indovinate un pò cosa sarà?

E già, proprio un Kynance Cove. Non vedo l'ora.

Ho amato il pattern, la sua vestibilità e.... questa lana è semplicemente fantastica.

Poi, visto che le sue conoscenze informatiche si riassumono in "non si vede niente, controlla l'antenna" ;-) ma ha cmq più spirito d'iniziativa rispetto ad altri, cognata ha deciso di applicare il vecchio, collaudato e sempre attuale metodo dello "scaricabarile" e dire al fratello "ci pensi tu?"


E così ecco altre due meraviglie di Valentina. Queste sono due matasse fingering variegate in colore "foliage" moooolto autunnale :-). 


Ok, i suoi variegati sono molto interessanti, ma cmq è un tipo di filato un pò particolare... detto tra noi mi rode da morire pensare di utilizzare quella bella lana per fare dei calzini! 

Quindi la userò come inserto colorato nel Moore, accanto ad una lana d'Abruzzo presa a Abilmente. La lana è crema, forse un pò più grossetta ma... chissene frega.

Come Zen knitter io seguo il flusso! :-) diversi spessori sono anche interessanti.



Poi dulcis in fundo, ultima solo perchè me l'ha caricata per ultima ed io odio spostare le foto nei post, ecco la stupenda donegal tweed in un verde brillante regalatami da mia sorella.


Causa di ansia infinita da parte sua visto che doveva arrivare dall'Irlanda ed è arrivata proprio la vigilia quando non erano a casa. 
Ergo, niente regalo sotto l'albero. 

In compenso mi ha messo una decorazione pecorosa fatta da lei che ora sta giù con gli addobbi natalizi ma che, fidatevi sulla parola, è deliziosa. 

lemongrass
Finalmente, contrariamente a tutte le previsioni nefaste di quella menagrama di mia sorella, è arrivata in tutto il suo splendore. Ben 12 gomitoli! 

Sto già pensando a cosa farci. Sono in dubbio su un Purple Storm o un Lemongrass di Joji Locatelli . 

E' un evento storico visto che dopo una fila infinita di maglioni di Isabell, concupisco un modello di un'altra. 

Purple Storm
Però quei due maglioni mi piacciono moltissimo, soprattutto il Lemongrass. In effetti di Joji Locatelli non ho mai lavorato nulla ma mi piace molto come stile quindi, chissà. potrebbe essere il mio nuovo trip :-)

Il lemongrass ha una linea confortevole e divertente, con i bordi arrotondati, abbottonato sui lati e con un motivo a trecce. Ho qualche dubbio che renda con un tweed, però.
Il Purple Storm batte su un nervo scoperto: vorrei farmi una giacca in stile militare, questa ha qualche elemento come le spalline e la doppia fila di bottoni, che mi fa pensare a qualcosa di militaresco. 
Voi cosa consigliate?

Nessun commento:

Posta un commento