06 gen 2014

We're back

Ecco appunto.

Dopo più di un anno... eh, sì, decisamente più di un anno...  di assenza, ho deciso di riprendere in mano il blog.
La "colpa" di questa lentezza è da attribuirsi alla mia pigrizia nel fare le foto che si va ad incrociare con la mia capacità di scegliere sempre i giorni più bui ed uggiosi dell'anno... con conseguente luce schifida che rende brutte le foto.

Comunque adesso ho un (bel) pò di materiale da mettere online quindi poco alla volta mi metterò in pari.
Eh sì, perchè anche se il blog langue, le dita e la mente non stanno mai ferme. MAI.

Tra l'altro, nell'ultimo hanno tra le idee partorite c'è anche l'idiotica idea di aprire un negozio online di lane... non l'avessi mai fatto.

Non ho pensato che vivo in Italia, dove si cerca sistematicamente di distruggere qualsiasi iniziativa privata e dove sopravvivi solo se sei un colosso internazionale. Ecco, appunto.

Il risultato è tanta depressione, al momento. Perchè la gente che potrebbe essere interessata a comprare online  non compra in Italia, preferisce andare all'estero dove i prezzi sono più bassi... loro non devono pagare cifre indecorose di contributi INPS che non serviranno a nulla, IVA al 22%, spedizioni esorbitanti... e questo si ripercuote sui prezzi fatti dai commercianti italiani.

Non posso neanche dar torto agli acquirenti, capisco il desiderio di risparmiare un pò. Inoltre, anche se online dovrebbe esserci un mercato un pò più d'elite, la gente non rischia, continua a comprare lane che sono pubblicizzate sulle riviste.

Quindi le lane che ho io, che sono di qualità ma poco conosciute, rimangono qui.

Uffa.

Vabbè, finito il sipario sfogo.

Nel prossimo post metterò qualche lavoro che ho fatto, va... così almeno mi tiro (forse) su il morale.

Nessun commento:

Posta un commento